Passa ai contenuti principali

Visit Brescia - Montagne, laghi, colline tappezzate di vigneti: il caleidoscopio di proposte turistiche della provincia di Brescia

Escursioni©Comprensorio Pontedilegno-Tonale phMauro Mariotti
Escursioni©Comprensorio Pontedilegno-Tonale phMauro Mariotti
Dai fitti boschi alpini della Valle Camonica alle spiagge dei laghi d’Idro, Iseo e Garda, passando per colline tappezzate di pregiati vigneti della Franciacorta e della Valtènesi, la provincia di Brescia racchiude nell’arco di circa 150 km una straordinaria varietà di paesaggi, luoghi, proposte turistiche. Un accogliente scrigno di tesori di natura, arte, storia, gusto, esperienze che sa stupire e all’interno del quale ciascuno può ritagliarsi la sua vacanza perfetta. E che per questa estate è pronto ad accogliere gli ospiti in totale sicurezza, per rigeneranti vacanze all’insegna del green, della natura, della vita attiva, del benessere e del gusto. Una terra ideale per vacanze Made in Italy, che volendo si può decidere di scoprire anche, inanellando meta dopo meta, un piacevolissimo tour estremamente variegato.

Tre laghi, tre differenti modi di intendere la vacanza

Con le loro diverse anime, i tre laghi di Garda, Iseo e Idro rappresentano tre differenti modi di intendere la vacanza. Unici e stupendi, vicini ma diversi per peculiarità, colori, panorami e attività da praticare. Spiagge attrezzate, escursioni in barca, siti che uniscono alle bellezze naturali il fascino della storia sono solo alcune delle suggestioni di luoghi perfetti per chi cerca spazi fuori dall’ordinario, che consentono non solo di praticare ogni genere di sport acquatico, ma anche di camminare e pedalare in mezzo alla natura.

Il Lago di Garda, il più grande d’Italia – con i suoi litorali, le ville Liberty e un fascino in grado di incantare grandi della letteratura come Goethe, Mann, Kafka e D.H. Lawrence – disegna un ambiente dall’atmosfera calda e glamour, in cui l’ospitalità è un arte storicamente apprezzata da turisti italiani e stranieri. Le sue rive, baciate da un clima mite e mediterraneo, sono punteggiate da caratteristici borghi, castelli, monasteri e incantevoli cittadine ricche di monumenti e cariche di storia, quali Sirmione, Desenzano, Salò, Gardone Riviera, Limone. Straordinaria la sua vegetazione mediterranea, lussureggiante di olivi, limoni, palme, a cui fa da contrappunto il fascino della montagna e della natura intatta dell’entroterra, protetto per larghi tratti da parchi e riserve. Una cornice perfetta per vacanze green e attive in uno dei contesti più affascinanti del Belpaese. Fra le innumerevoli possibilità di movimento, la ciclopedonale del lago di Garda - considerata la passerella più spettacolare d’Europa - è un incredibile percorso di 2 km in totale sicurezza a picco sul lago, che collega Limone con il confine di Riva del Garda. È un tragitto slow con uno strepitoso panorama, adatto anche a famiglie con bambini, che si può fare anche di sera, grazie a un’efficiente illuminazione a led che ne esalta l’ecosostenibile romanticismo.


A 368 m d’altitudine, tra le montagne della Valle Sabbia e delle Prealpi lombarde, il Lago d’Idro offre un rifugio perfetto a chi alla mondanità preferisce le vacanze en plein air fra camping e villaggi attrezzati anche per il glamping, le passeggiate nel verde, sport anche estremi e attività all’aria aperta. Accarezzato da un vento costante che permette di praticare vela, surf e kitesurf, è circondato da montagne che sono la palestra ideale per gli amanti di mountain bike, ferrate sulla roccia, parapendio, canyoning e attività all’insegna della dinamicità e del divertimento.


Il Lago d’Iseo è noto in tutto il mondo come il Lago di Christo, da quando nell’estate 2016 il celeberrimo artista vi ha realizzato “The Floating Piers”, installazione galleggiante che ha consentito al pubblico di camminare letteralmente sulle acque e di raggiungere a piedi Monte Isola, la più alta isola lacustre d’Europa, un mondo a sé che si scopre solo a piedi o in sella alla bici. Pescosissimo a conferma della purezza delle sue profonde, il lago - su cui spira una brezza costante- è l’ideale per chi ama vela e windsurf, parapendio e deltaplano, ma anche per chi da una vacanza chiede oltre allo sport, relax e natura intatta. Moltissimi i percorsi panoramici per bike e passeggiate. Gli appassionati delle due ruote possono fare pedalate indimenticabili sul tratto lacustre della Ciclovia dell’Oglio, eletta ciclabile più bella d’Italia agli Italian Green Road Awards 2019. Con 1.862 metri il dislivello e 282 km totali di percorso – 150 dei quali nella provincia di Brescia - questo paradiso per ciclisti si snoda attraverso l’area Unesco delle Incisioni Rupestri della Valle Camonica, costeggia il lago d’Iseo e si insinua tra i vigneti della Franciacorta, fendendo la pianura bresciana per poi confondersi con il lungofiume del Po.


Colline, vigne ed uliveti

A fare da corona ai laghi, si innalzano dolci colline tappezzate da vigne e ulivi e punteggiate da antichi borghi, castelli ed abbazie, come i rilievi della Franciacorta che degradano nel lago d’Iseo e da cui provengono i pregiati vini che ne portano il nome, i colli ricchi di storia dell’anfiteatro morenico gardesano o quelli della Valtènesi, terra di grandi vini e di altrettanto pregiati oli. E, più oltre, le vaste distese della pianura segnate dal corso di fiumi Oglio e Chiese, dove fra filari di pioppi si scorgono scorci di ville patrizie e castelli. Tutti luoghi ideali per pedalate e passeggiate, e vacanze nel verde e nella natura.


Montagne di sport

Risalendo verso Nord, Valle Camonica, Valle Trompia e Valle Sabbia concentrano in sé il meglio dell’Italia che accoglie questa estate gli amanti della montagna. Dal trekking alla mountain bike, fino al cicloturismo sui più bei tracciati della penisola, i fan del movimento a un passo dal cielo possono usufruire di un’offerta veramente unica. Natura incontaminata, paesi incantevoli, strutture di ogni tipologia (dal raffinato hotel al camping), calda accoglienza, pietanze tipiche, una quarantina di rifugi è ciò che trovano i turisti, con il corollario di panorami mozzafiato, parchi naturali, importanti tracce della storia. Con 500 km di tracciati per mountain bike, splendidi parchi naturali dove rigenerarsi con la potenza della natura (Parco Nazionale dello Stelvio e Parco dell’Adamello), una fitta rete di sentieri dal fondo valle all’alta quota, la Valle Camonica è il paradiso per gli amanti delle attività outdoor, focalizzate principalmente nella parte alta della vallata, a Temù e nel Comprensorio Pontedilegno-Tonale e nell’area di Borno, cuore dell’Altopiano del Sole. Per i ciclisti esperti o semplici appassionati, tra alpeggi e mulattiere risalenti alla Prima Guerra mondiale, si trovano leggendarie salite del Giro d’Italia come Gavia e Mortirolo oppure Crocedomini e Vivione, oltre a percorsi per downhill e gravity nei boschi di Ponte di Legno e Temù, il bike park del Passo Tonale. Per chi predilige la camminata lenta, imperdibili la Via Valeriana e il Cammino di Carlo Magno, due percorsi paesaggistici, storici e culturali da percorrere in più giorni, che dalla Valle Camonica arrivano fino al lago d’Iseo. Tra Valle Trompia e Valle Sabbia i sentieri ben marcati del Monte Maniva sono l’ideale per trekking di più giorni e semplici passeggiate, anche seguendo sentieri che ripercorrono i luoghi della Grande Guerra e della Resistenza. Fra le due valli, fino a Brescia, la Greenway delle Valli Resilienti è un eden per gli appassionati delle due ruote, a cui mette a diposizione ben 3.500 km di piste ciclabili, 74 percorsi dedicati a slow, road e mountain bike e 9 tour da effettuare attraverso splendidi paesaggi montani.


En plein air, tra arte e storia

Straordinaria anche la ricchezza storico artistica e architettonica del bresciano, marcato da testimonianze che vanno dalla Preistoria all’archeologia industriale e all’arte contemporanea. Siti archeologici, borghi storici, castelli, fortificazioni, pievi, abbazie, chiese, musei, pinacoteche costituiscono il fil rouge per stupendi itinerari fra arte e storia en plein air, in scenari mutevoli e paesaggi di grande fascino. Prima realtà italiana a essere iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO nel 1979, l’Arte Rupestre della Valle Camonica è una straordinaria galleria all’aria aperta di oltre 200.000 incisioni catalogate. Dalle sponde del lago d’Iseo fino a Ponte di Legno, in ben 180 siti distribuiti fra 24 comuni, la Valle dei Segni attraversa 12mila anni di storia, dalla fine del Paleolitico Superiore (tra 13.000 e 10.000 anni fa) all’Età del Ferro (I millennio a.C.). Nel Parco Nazionale di Naquane a Capo di Ponte e in vari altri siti ben segnalati, la visita, divertente e istruttiva per grandi e piccoli, unisce al piacere di camminare fra boschi e prati il richiamo della scoperta e della storia. Un affascinante viaggio nel nostro passato, fatto en plein air.  In tema di storia, un’altra perla assoluta da scoprire passeggiando sono le Grotte di Catullo a Sirmione, fra le più suggestive aree archeologiche italiane: immerso nel verde degli ulivi, il complesso – che si estende per oltre 2 ettari- è l’esempio più grandioso di villa romana finora riportata alla luce nel Nord Italia. Sul Garda, si trasformano in imperdibili passeggiate nella storia anche le visite al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera, l’affascinante casa-museo di Gabriele D’Annunzio con il suo stupendo parco di circa 10 ettari, e alla Rocca di Lonato con l’annessa Casa museo del Podestà, Monumento nazionale, fra le più imponenti fortezze del Nord Italia, da cui si gode una vista impareggiabile sul lago.


Benessere e Terme

A chi intende la vacanza come un modo per rilassarsi nel verde, il Bresciano offre uno straordinario circuito di golf, fra i più importanti d’Italia, con ben 13 campi. Per chi cerca invece vacanze - benessere per rimettersi in forma e migliorare lo stato della propria salute, ecco le proposte dei noti centri termali di Sirmione e Boario e della montana Terme di Vallio, nonché la Speleoterapia nella miniera Sant'Aloisio a Collio, in Valle Trompia.


Regione Europea della Gastronomia

Nel 2017 Brescia è stata premiata come Regione Europea della Gastronomia. Fra territori così diversi fra loro, molto varia è anche la proposta enogastronomica, che completa perfettamente, all’insegna del gusto, la vacanza. Prodotti DOP, come gli oli EVO del Garda e del Sebino, pregiati prodotti della tradizione (quali la Rosa Camuna e la Formagella di Tremosine, prelibati formaggi), Presidi Slow Food (quali il formaggio Bagòss), vini eccellenti (come il Franciacorta e le 9 Doc Botticino, Capriano del Colle, Cellatica, Terre di Franciacorta, Garda, Garda classico, Garda bresciano, Lugana, San Martino della Battaglia), una straordinaria gamma fra ristoranti stellati Michelin, trattorie e osterie tipiche, che propongono cucine assolutamente varie fra loro e spaziano dai sapori di montagna, a quelli di lago a quelli di campagna: questa è la provincia di Brescia in tavola, tutta da scoprire e da assaporare.


Esperienze per una vacanza da fare e da gustare

Molte, divertenti, spesso inusuali, con proposte per grandi e piccoli, sono le esperienze possibili per tuffarsi nell’essenza di queste terre bresciane. Le si scopre sul sito www.visitbrescia.it, nelle sezioni MAKE e TASTE. Scorrerle significa farsi un’idea della ricchezza di opportunità di un territorio che consente di scoprire i segreti della carta fatta a mano sul Lago di Garda o di ammirare una straordinaria collezione privata di motoscafi Riva d'epoca su quello d’Iseo, di entrare nell’universo della lavorazione del marmo di Botticino o di immergersi nelle cantine della Franciacorta, o ancora toccare con mano il procedimento del passaggio dal latte al formaggio in Valle Sabbia. La lista delle proposte è ricca e curiosa e in continuo aggiornamento.


Per informazioni: www.visitbrescia.it

Post popolari in questo blog

Brescia | itinerari sui sentieri della grande guerra | Gastronomia e Panorami

Quella che la provincia di Brescia svela quando la primavera alza il sipario sulle sue montagne è una vera e propria sinfonia dedicata agli amanti delle passeggiate in alta quota. Semplici, impegnativi o riservati ai professionisti del trekking di livello e dislivello, i sentieri che si diramano tra la Valle Camonica, la Valle Sabbia e la Valle Trompia non sono soltanto un parco divertimenti per i camminatori ma anche una costellazione di spunti storici che solleticano la curiosità e attivano la memoria. Tra i rifugi disseminati in paesaggi sensazionali e le testimonianze della Grande Guerra, Visit Brescia segna sulla mappa le tappe obbligate – o almeno consigliate – di un itinerario da percorrere a piedi o in mountain bike per toccare il cielo con un dito. Sentiero dei Fiori Non certo un percorso adatto a chi, lasciandosi ingannare dal nome, pensa di intraprendere una semplice passeggiata in un campo di margherite, il Sentiero dei Fiori è un’esperienza riservata a esperti in mate

Dicembre 2019 | Bormio - Escursioni nel Parco dello Stelvio con le ciaspole

Ciaspole-ph.-Bormio-Tourism Partenza ore 9:00 da Piazza V Alpini, Bormio     Sabato 7 dicembre 2019 | Madonna dei Monti – Alpe Solaz     Domenica 22 dicembre 2019 | Plaghera – Ponte delle Vacche – Pian delle Marmotte     Venerdì 27 dicembre 2019 | Madonna dei Monti – Pradecc – San Gottardo     Domenica 29 dicembre 2019 | S. Antonio di Scianno – Val Vezzola  *SCI ESCURSIONISMO*     Martedì 31 dicembre 2019 | semogo -Pian de L’acqua – Gembro Itinerari: gli itinerari potrebbero subire variazioni nei giorni precedenti l’effettuazione in funzione delle condizioni di innevamento e meteorologiche. Le escursioni saranno effettuate anche in assenza di neve. Equipaggiamento : giacca a vento, guanti, berretto, occhiali da sole, scarponi da montagna o scarpe invernali pesanti (no moon-boot), zaino, ghette, bastoncini da sci, racchette da neve Difficoltà : le uscite con racchette da neve non presentano difficoltà tecniche ma richiedono un minimo di allenamento alle escursioni in montagna Tariff

Val Poschiavina | Arrampicata su falesia a Sondrio e in Valmalenco

La roccia più diffusa in Valmalenco è il serpentino. Numerose sono le falesie in grado di soddisfare qualunque arrampicatore. Quella dello Zoia è un'ottima palestra naturale per chi vuole allenarsi e migliorarsi in un ambiente naturale unico, dove spesso si possono incontrare i migliori atleti italiani e non solo. Le altre falesie a più tiri sono quelle della Val Poschiavina, della diga di Campo Moro, del Torrione Porro e della Sentinella della Vergine. FALESIE DELLO ZOIA Da Campo Franscia salire fino Campo Moro (7 km). Dopo una curva, in vista del muro della seconda diga, lasciare l'auto nel grande piazzale del Rifugio Poschiavino. Dal parcheggio si possono notare i muri rossastri, caratterizzanti i tiri di quest'area. AREA DI CHIAREGGIO Chiareggio è culla della storia alpinistica e sede di gloriose scuole di alpinismo. Già a partire dal dopoguerra alcune pareti vicine all'abitato vennero utilizzate come palestra e scuola di roccia. Con l'avvento dell'arram