Passa ai contenuti principali

Alla scoperta delle Prealpi Bresciane su due ruote

La Valle Trompia, che si apre a pochi km dalla città di Brescia, è un luogo ideale da scoprire in sella alla propria bicicletta, grazie a splendidi paesaggi prealpini e alla pace di un territorio ancora lontano dal turismo di massa. Per questo motivo è nato Valle Trompia by Bike, un progetto, realizzato dalla Comunità Montana di Valle Trompia in collaborazione con il Comune di Collebeato, risultato vincitore del bando di Regione Lombardia “Viaggio InLombardia” per raccogliere sotto un’unica bandiera i tanti percorsi ciclabili della Valle, creando un simbolico “ponte” con Brescia e promuovendo una mobilità e un turismo sempre più sostenibili.

D’altronde qui in valle Trompia, tra i verdeggianti pendii del Monte Maniva, le fresche acque del fiume Mella e un rigoglioso paesaggio alpino capace di rinvigorire con un solo sguardo, non mancano le alternative per un’indimenticabile esperienza su due ruote.

A rendere particolarmente adatta a una vacanza a misura di bicicletta la Valle Trompia è anche la grande varietà dei suoi percorsi, adatti sia agli amanti della MTB in cerca di emozioni forti che ai ciclisti da strada che vogliono un allenamento all’altezza dei professionisti e ai cicloturisti in cerca di un po’ di relax a stretto contatto con la natura.

Gli amanti dello sterrato troveranno ben 21 percorsi tra malghe e boschi, con una serie di percorsi ad anello adatti ai bikers di qualsiasi livello, mentre gli appassionati di asfalto e salite potranno cimentarsi nella scalata al Maniva e al Passo Crocedomini, tra scenari stupendi e passaggi impegnativi. Chi invece visita la valle per cercare esperienze slow, troverà un dolce sentiero lungo il fiume Mella che passa per boschi, musei e agriturismi: gli ingredienti perfetti per una vacanza a ritmo lento.

Per il lancio della stagione estiva, Valle Trompia By Bike si presenta al pubblico con ben sei itinerari per ciclisti di ogni livello, candidandosi a diventare una delle mete di riferimento per chi, pur senza allontanarsi troppo nella città, vuole immergersi nella natura senza rinunciare alle soddisfazioni che poche cose sanno dare come un viaggio in bicicletta. Ecco quindi di seguito sei pacchetti di tre o più giorni tra cui scegliere, per vivere un lungo weekend estivo in sella al proprio mezzo alla scoperta delle bellezze naturali della Valle Trompia.
 
Itinerari per Mountain bike
Sulla cresta del crinale: un’esperienza di tre giorni e due notti per ciclisti esperti, da Brescia al Maniva e poi nuovamente a Brescia. In mezzo ci sono oltre 70km di percorsi sterrati e 2.600 metri di dislivello, con passaggi tecnici e paesaggi mozzafiato che è possibile condividere con una guida esperta o con una partenza di gruppo.

Verso il Guglielmo e oltre: Un ottimo allenamento per mountain bikers intorno al Colle San Zeno, con tre giorni di escursioni sul sentiero dei carbonai e dintorni, alla scoperta dei boschi della zona e dei loro terreni sconnessi, impegnativi ma al tempo stesso molto divertenti.

Maniva per tutti (e-bike): Un pacchetto di quattro giorni pensato per dare a tutti la possibilità di provare un’escursione in bicicletta ad alta quota, grazie al valido aiuto delle e-bike. Sarà possibile noleggiarne una al Passo Maniva ed esplorare le vicine cascate, oppure spostarsi fino alle malghe per vivere una giornata da veri casari. Sulla via del rientro verso Brescia è anche possibile aggiungere tappe culturali lungo il sistema museale della Valle Trompia.

Itinerari per cicloturisti
Bike to beer, slowbike enogastronomico. Un itinerario di quattro giorni con patenza e arrivo da Collebeato, alla scoperta delle birre artigianali del territorio, dei suoi prodotti tipici e delle sue miniere. Gli itinerari giornalieri sono di circa 40km con dislivelli che non superano mai i 500 metri, rendendo di fatto questo itinerario enogastronomico adatto a tutti.

La via del ferro. Un percorso su tre giorni che da Brescia risale tutta la Valle Trompia, passando a ritroso su quella che per secoli è stata nota come la Via del Ferro, tra musei, forni fusori e miniere. La distanza percorsa è di 100km su tre giorni, con dislivelli dolci e sentieri facilmente percorribili.

Itinerario per road bike
Pedalando tra le valli. Tre anelli stradali in tre giorni, in quello che è un itinerario pensato per gli amanti della bicicletta da strada e delle salite in montagna. Il percorso, quasi interamente asfaltato, passa dal Maniva e dal Crocedomini, per 200km complessivi tra lunghe sfilze di tornanti e meravigliosi panorami sulla vallata circostante.
 
Per prenotazione degli itinerari
info@metevagabonde.it
030 2400522 / 030 3754103

I pacchetti sono anche acquistabili sull’app LINFA (disponibile per Android e iOS)e sul sito shop.linfainmovimento.com

Per percorsi e tracce della Greenway visita Greenwayvalliresilienti.it

Post popolari in questo blog

Brescia | itinerari sui sentieri della grande guerra | Gastronomia e Panorami

Quella che la provincia di Brescia svela quando la primavera alza il sipario sulle sue montagne è una vera e propria sinfonia dedicata agli amanti delle passeggiate in alta quota. Semplici, impegnativi o riservati ai professionisti del trekking di livello e dislivello, i sentieri che si diramano tra la Valle Camonica, la Valle Sabbia e la Valle Trompia non sono soltanto un parco divertimenti per i camminatori ma anche una costellazione di spunti storici che solleticano la curiosità e attivano la memoria. Tra i rifugi disseminati in paesaggi sensazionali e le testimonianze della Grande Guerra, Visit Brescia segna sulla mappa le tappe obbligate – o almeno consigliate – di un itinerario da percorrere a piedi o in mountain bike per toccare il cielo con un dito. Sentiero dei Fiori Non certo un percorso adatto a chi, lasciandosi ingannare dal nome, pensa di intraprendere una semplice passeggiata in un campo di margherite, il Sentiero dei Fiori è un’esperienza riservata a esperti in mate

Dicembre 2019 | Bormio - Escursioni nel Parco dello Stelvio con le ciaspole

Ciaspole-ph.-Bormio-Tourism Partenza ore 9:00 da Piazza V Alpini, Bormio     Sabato 7 dicembre 2019 | Madonna dei Monti – Alpe Solaz     Domenica 22 dicembre 2019 | Plaghera – Ponte delle Vacche – Pian delle Marmotte     Venerdì 27 dicembre 2019 | Madonna dei Monti – Pradecc – San Gottardo     Domenica 29 dicembre 2019 | S. Antonio di Scianno – Val Vezzola  *SCI ESCURSIONISMO*     Martedì 31 dicembre 2019 | semogo -Pian de L’acqua – Gembro Itinerari: gli itinerari potrebbero subire variazioni nei giorni precedenti l’effettuazione in funzione delle condizioni di innevamento e meteorologiche. Le escursioni saranno effettuate anche in assenza di neve. Equipaggiamento : giacca a vento, guanti, berretto, occhiali da sole, scarponi da montagna o scarpe invernali pesanti (no moon-boot), zaino, ghette, bastoncini da sci, racchette da neve Difficoltà : le uscite con racchette da neve non presentano difficoltà tecniche ma richiedono un minimo di allenamento alle escursioni in montagna Tariff

Val Poschiavina | Arrampicata su falesia a Sondrio e in Valmalenco

La roccia più diffusa in Valmalenco è il serpentino. Numerose sono le falesie in grado di soddisfare qualunque arrampicatore. Quella dello Zoia è un'ottima palestra naturale per chi vuole allenarsi e migliorarsi in un ambiente naturale unico, dove spesso si possono incontrare i migliori atleti italiani e non solo. Le altre falesie a più tiri sono quelle della Val Poschiavina, della diga di Campo Moro, del Torrione Porro e della Sentinella della Vergine. FALESIE DELLO ZOIA Da Campo Franscia salire fino Campo Moro (7 km). Dopo una curva, in vista del muro della seconda diga, lasciare l'auto nel grande piazzale del Rifugio Poschiavino. Dal parcheggio si possono notare i muri rossastri, caratterizzanti i tiri di quest'area. AREA DI CHIAREGGIO Chiareggio è culla della storia alpinistica e sede di gloriose scuole di alpinismo. Già a partire dal dopoguerra alcune pareti vicine all'abitato vennero utilizzate come palestra e scuola di roccia. Con l'avvento dell'arram