Passa ai contenuti principali

Un Natale 2019 unico nelle Valli Resilienti

Le Valli Resilienti hanno pensato a un programma a tema natalizio per trascorrere le Feste nella natura delle alte Valli Trompia e Sabbia, un paesaggio montano e incontaminato a pochi km dalla città di Brescia. Il territorio è parte del programma AttivAree di Fondazione Cariplo, che sostiene il rilancio turistico e la riattivazione della comunità locale, ed è interamente circondato dalle splendide Prealpi bresciane, per una vacanza all’insegna delle tradizioni natalizie, del buon cibo locale e di incantevoli passeggiate nei boschi.

Con la natura creiamo la magia del Natale – 7/8 dicembre 2019
Un weekend per prepararsi al Natale nel modo migliore, approfittando dell’ospitalità e della splendida location dell’agriturismo Chichimela per andare a caccia dell’addobbo perfetto. Il sabato sarà dedicato alla scelta e all’ideazione di un progetto natalizio, da realizzare con gli ornamenti naturali che offrono i boschi circostanti. La domenica invece, dopo una ricca colazione a base di prodotti locali, comincerà il laboratorio creativo vero e proprio, davanti a un bel camino acceso e circondati dal verde di Bovegno e della Valle Trompia.

Per maggiori informazioni e prenotazioni: Agriturismo Chichimela, 328/4737479, info@chichimela.com

Natale in compagnia e Santo Stefano vista lago – 25/26 dicembre 2019
Un pranzo di Natale all’insegna della tradizione e dei sapori valsabbini, con un menù al tempo stesso innovativo e rispettoso del territorio. L’appuntamento è al ristorante Rocca del Rovere di Odolo, in una posizione magica a metà strada tra il lago e la montagna. Dopo il pranzo è prevista la tradizionale tombola valsabbina, con golosi premi a km zero provenienti dalle aziende agricole locali. Il pernottamento è incluso e permetterà di godersi un Santo Stefano “detox” il giorno successivo, a passeggio lungo gli splendidi scorci invernali del lago d’Idro.

Per maggiori informazioni e prenotazioni:  info@linfainmovimento.com, 030/5780136

Camminiamo in Armonia alle pendici del Guglielmo – Su prenotazione
L’immediato dopo-feste, una volta conclusi gli innumerevoli pranzi e cene che il Natale porta con sé, è il periodo migliore per dedicarsi a un po’ di sana attività fisica nella natura. Per questo motivo il Rifugio Piardi, al Colle San Zeno, offre un pacchetto di due giorni all’insegna dell’aria aperta e del riequilibrio energetico. Il sabato ci sarà un incontro molto rilassante con la naturopata Antonella, mentre la domenica una guida esperta di media montagna condurrà i partecipanti in una non troppo impegnativa escursione lungo i pascoli innevati del sentiero 3V. Ad attendere gli ospiti al loro rientro ci sarà una gustosa merenda a base di salumi e formaggi locali, per essere certi di salutare le feste da sazi. Il pernottamento tra il sabato e la domenica è in camera doppia con bagno privato.

Per maggiori informazioni e prenotazioni: info@linfainmovimento.com, 030/5780136
Come arrivare
In automobile: Autostrada A4 Milano – Venezia, uscita Brescia Est e proseguire sulla SS45 per la Val Sabbia, uscita Ospitaletto per la Val Trompia.
In autobus: Dalla stazione trasporto pubblico S.I.A. di Brescia prendere la linea 202 in direzione Vestone per la Val Sabbia, linea 201 verso San Colombano per la Val Trompia.
In treno: fermata Brescia sulla tratta Milano – Venezia.
Per info e prenotazioni: info@linfainmovimento.com
Per maggiori informazioni sul progetto Valli Resilienti: http://www.attivaree-valliresilienti.it/it/index.html

Post popolari in questo blog

Brescia | itinerari sui sentieri della grande guerra | Gastronomia e Panorami

Quella che la provincia di Brescia svela quando la primavera alza il sipario sulle sue montagne è una vera e propria sinfonia dedicata agli amanti delle passeggiate in alta quota. Semplici, impegnativi o riservati ai professionisti del trekking di livello e dislivello, i sentieri che si diramano tra la Valle Camonica, la Valle Sabbia e la Valle Trompia non sono soltanto un parco divertimenti per i camminatori ma anche una costellazione di spunti storici che solleticano la curiosità e attivano la memoria. Tra i rifugi disseminati in paesaggi sensazionali e le testimonianze della Grande Guerra, Visit Brescia segna sulla mappa le tappe obbligate – o almeno consigliate – di un itinerario da percorrere a piedi o in mountain bike per toccare il cielo con un dito. Sentiero dei Fiori Non certo un percorso adatto a chi, lasciandosi ingannare dal nome, pensa di intraprendere una semplice passeggiata in un campo di margherite, il Sentiero dei Fiori è un’esperienza riservata a esperti in mate

Dicembre 2019 | Bormio - Escursioni nel Parco dello Stelvio con le ciaspole

Ciaspole-ph.-Bormio-Tourism Partenza ore 9:00 da Piazza V Alpini, Bormio     Sabato 7 dicembre 2019 | Madonna dei Monti – Alpe Solaz     Domenica 22 dicembre 2019 | Plaghera – Ponte delle Vacche – Pian delle Marmotte     Venerdì 27 dicembre 2019 | Madonna dei Monti – Pradecc – San Gottardo     Domenica 29 dicembre 2019 | S. Antonio di Scianno – Val Vezzola  *SCI ESCURSIONISMO*     Martedì 31 dicembre 2019 | semogo -Pian de L’acqua – Gembro Itinerari: gli itinerari potrebbero subire variazioni nei giorni precedenti l’effettuazione in funzione delle condizioni di innevamento e meteorologiche. Le escursioni saranno effettuate anche in assenza di neve. Equipaggiamento : giacca a vento, guanti, berretto, occhiali da sole, scarponi da montagna o scarpe invernali pesanti (no moon-boot), zaino, ghette, bastoncini da sci, racchette da neve Difficoltà : le uscite con racchette da neve non presentano difficoltà tecniche ma richiedono un minimo di allenamento alle escursioni in montagna Tariff

Val Poschiavina | Arrampicata su falesia a Sondrio e in Valmalenco

La roccia più diffusa in Valmalenco è il serpentino. Numerose sono le falesie in grado di soddisfare qualunque arrampicatore. Quella dello Zoia è un'ottima palestra naturale per chi vuole allenarsi e migliorarsi in un ambiente naturale unico, dove spesso si possono incontrare i migliori atleti italiani e non solo. Le altre falesie a più tiri sono quelle della Val Poschiavina, della diga di Campo Moro, del Torrione Porro e della Sentinella della Vergine. FALESIE DELLO ZOIA Da Campo Franscia salire fino Campo Moro (7 km). Dopo una curva, in vista del muro della seconda diga, lasciare l'auto nel grande piazzale del Rifugio Poschiavino. Dal parcheggio si possono notare i muri rossastri, caratterizzanti i tiri di quest'area. AREA DI CHIAREGGIO Chiareggio è culla della storia alpinistica e sede di gloriose scuole di alpinismo. Già a partire dal dopoguerra alcune pareti vicine all'abitato vennero utilizzate come palestra e scuola di roccia. Con l'avvento dell'arram